Decennale della CONF.I.A.L. al Senato

551

Il servizio del TGR Rai sul decennale della CONF.I.A.L. tenutosi al Senato della Repubblica per un sindacato comunitario e dell’Europa sociale.

E’ stato celebrato al Senato il decennale della CONF.I.A.L., la Confederazione Italiana Autonoma Lavoratori. Alla presenza di rappresentanti del mondo politico, istituzionale ed economico e di leader storici del sindacalismo italiano, il segretario generale della CONF.I.A.L. (Confederazione Italiana Autonoma Lavoratori), Benedetto Di Iacovo, ha ricordato le proposte della sua organizzazione: dimensione europea dell’azione sindacale, sancita anche dalla stipula di un protocollo d’intesa con uno dei maggiori sindacati della Romania, componente della Confederazione Sindacale Internazionale ITUC, il Cartel Alfa presente alla manifestazione a Palazzo Madama con il suo presidente Bogdan Hossu; valorizzazione degli interessi territoriali in primo luogo del Mezzogiorno; regole su rappresentanza, rappresentatività ed efficacia generale dei contratti collettivi nazionali di lavoro applicando l’art. 39 della Costituzione; salario minimo per legge; nuovo Welfare State; diritti di partecipazione sindacale per l’Economia 4.0.

Di Iacovo ha affermato l’esigenza che venga valorizzato il pluralismo sindacale, con una “Grande alleanza del sindacalismo autonomo, responsabile, democratica, solidale, paritaria: una rete dell’autonomismo sindacale per realizzare un diverso sistema di regole alle relazioni industriali in Italia, che rimuova rendite di posizioni anacronistiche del sindacalismo confederale, per restituire ai lavoratori poteri e diritti, a partire da quello di eleggere in tutti i luoghi di lavoro, pubblici e privati, i propri rappresentanti. A questa alleanza – ha concluso Di Iacovo – la CONF.I.A.L. intende portare la propria esperienza di sindacato le cui radici sono nella storia del movimento dei lavoratori democratico e riformatore, integrate dalla visione inclusiva e comunitaria”.

Alla manifestazione per il decennale è intervenuto Bogdam Hossu, presidente di Cartel Alfa, uno dei sindacati più rappresentativi della Romania, componente della Confederazione Sindacale Internazionale ITUC, che ha sottolineato l’esigenza di un’azione comune dei sindacati a livello internazionale, uniti dai comuni valori democratici e dall’impegno per i diritti umani e per quelli sociali. Hossu, condividendo le proposte del leader della CONF.I.A.L., Benedetto Di Iacovo, ha affermato che “bisogna sviluppare relazioni armoniose tra sindacati e imprese, per sostenere in modo coerente ed efficace il dialogo e la consultazione, valorizzando il modello sociale dell’Unione europea”.

Leggi il comunicato completo a questo link www.confial.it